28 Febbraio 2007

Quando.

Quando non c’è musica che possa consolare,

non progetto che dia entusiasmo alcuno,

quando non c’è modo di sentire oltre,

quello che lei ti fa sentire,

quando il suo pensier

dolor diviene,

quando

forse conviene,

chiudere forte il cuore,

stringere i denti e gli occhi

cercar di disparire e di andare oltre,

capisci che l’amor per lei è così violento

che mai comunque lei potrebbe ricambiare.

Mario, poeta e ballerino di tango.

Commenti?