Crackers proteici senza proteine

21 Giugno 2013 Sottosopra comunicazione

Crackers proteici senza proteine

2top
crackerzonici

C’è stato un breve (brevissimo) momento nella mia vita in cui ho creduto possibile poter seguire la macchinosa dieta a zona.

Entravo in un bar come una tossica appena scadevano le ore dei miei blocchetti e chiedevo un bicchiere di latte, parzialmente scremato, che mai avevano. Quindi uscivo dal bar e dalla zona, mi si sballava la glicemia e saggiamente decidevo di consolarmi con un gelato.
Nel cono. “E da lunedì ricomincio”.

Tra le creative ricette dei non puristi della zona, per mangiare qualunque cosa assomigliasse ad un carboidrato simile a quello della piramide nutrizionale che tutti abbiamo visto negli anni delle elementari, ho trovato quella dei crackers.
Ben lontani dai sapori di Olivia e Marino intendiamoci ma proponibili ad una cena tra amiche che non toccano i carboidrati dagli anni 90.
Dai c’è l’avena! Il cereale più proteico in assoluto!

La ricetta originale prevede 50 gr di proteine del pisello.
Ma essendo mentalmente una ragazzina di 15 anni dire pisello mi fa nascere in faccia quell’espressione demente di quando una cosa ti imbarazza e ti fa ridacchiare sotto i baffi.
Quindi il coraggio di dire ad un commesso VORREI DELLE PROTEINE DEL PISELLO non l’ho avuto.

Fiocchi d’avena 70gr
Crusca d’avena 60gr
Semi di sesamo 60gr

gomasio  (TANTO perché non sala!)
rosmarino
230 ml di acqua.

Mescolare tutto insieme.
Stendere il composto su una placca da forno ricoperta di carta antiaderente.

Infornare a 130° 20 minuti e una volta raffreddato, con una rotella da pizza, ritagliare dei cracker della dimensione dei …cracker.

bottom

Sottosopra comunicazione

Sottosopra è prima un modo di essere. Poi un’agenzia di comunicazione, con un logo che la dice lunga sulla quadratura delle nostre campagne online e offline. Quale che sia il piano media o il budget, la nostra natura non cambia: abbiamo grovigli per la testa, sì. Ci caliamo nei panni dei clienti, contravveniamo alle abitudini, creiamo un groviglio di idee, ricaviamo un concept creativo solido e molto social. In genere coraggioso e non palloso.

Commenti?