Come condividere articoli su LinkedIn: i nostri consigli

7 Marzo 2019
Posted in Social
7 Marzo 2019 Sottosopra Comunicazione

Come condividere articoli su LinkedIn: i nostri consigli

Giorni fa vi abbiamo parlato di come e perché condividere blog post su Instagram visto che molti dei nostri clienti ci avevano posto questa domanda.

Oggi vogliamo focalizzarci invece su come fare lo stesso su LinkedIn, strumento utilissimo per condividere i contenuti di un sito o di un blog e intercettare il target di riferimento.

Partiamo però dall’inizio: cosa occorre fare su LinkedIn prima di iniziare una content strategy?

1. Ottimizzare il proprio profilo personale per aumentare la rete di contatti e rivolgersi al maggior numero di persone possibile.
Considerando che buona parte delle connessioni su LinkedIn sono professionisti del vostro stesso settore, sarà facile selezionare argomenti a loro affini per creare un dialogo, condividere informazioni utili e rafforzare la propria identità.

2. Creare una company page attraverso cui:

  • comunicare novità
  • presentare prodotti o servizi
  • raggiungere prospect
  • reclutare personale

LinkedIn infatti può rivelarsi lo strumento migliore per:

  • rafforzare la brand awareness
  • attivare strategie di lead generation
  • creare engagement
  • portare traffico a un sito
  • promuovere eventi

Come usare LinkedIn per condividere i contenuti di un sito?

Una cosa da non dimenticare è che la condivisione va fatta diversificando il copy del post in funzione del social network: come abbiamo detto già altre volte, ogni social ha le sue regole e per ottenere buoni risultati è giusto rispettarle.
Tenete quindi sempre in considerazione il network di persone che potrebbero leggere i vostri articoli per decidere sin dall’inizio quale tono di voce utilizzare.
Su LinkedIn non sarà sicuramente lo stesso che utilizzerete su Instagram o Twitter, per esempio.

Come promuovere quindi i contenuti su LinkedIn?


Prima di tutto non limitatevi a fare un semplice copia e incolla del link al post, ma aggiungete un commento che sia semplice ma esaustivo.

Ricordatevi che ci stiamo rivolgendo a un pubblico mirato e dobbiamo catturarne l’attenzione. Il vostro obiettivo è suscitare curiosità e ottenere interazioni: se i contatti della vostra rete apprezzeranno i contenuti tanto da mettere mi piace o condividerlo, apriranno la strada a un pubblico tutto nuovo. E se quel network riterrà i vostri contenuti di valore, c’è la possibilità che vi seguiranno per rimanere sempre aggiornati.

Ecco sei azioni da non dimenticare quando condividiamo articoli su LinkedIn:

  1. creare contenuti comprensibili e accessibili per il vostro target;
  2. utilizzare hashtag ad hoc (senza abusarne: troppi hashtag rendono illeggibile un post!);
  3. menzionare tramite “@” professionisti o aziende collegati al vostro blog post (è possibile, come su Facebook, menzionare una persona citando soltanto il nome senza necessariamente inserire il cognome, mentre per le aziende il nome apparirà sempre per esteso);
  4. inserire una call to action per invitare gli utenti a commentare;
  5. laddove possibile, inserire video brevi, intuitivi e comprensibili nell’anteprima del post;
  6. interagire con i follower: dimostrarsi interessati ai feedback e ai diversi punti di vista che il vostro post (ci auguriamo) susciterà è fondamentale per instaurare un rapporto di fiducia con chi legge

Non dimentichiamo inoltre di pubblicare con costanza e regolarità, creando un “appuntamento” fisso con il pubblico, attraverso contenuti che mostrino competenza e professionalità.

Commenti?