A Natale siamo il solito pacco.

11 Dicembre 2018
Posted in Sottosopra
11 Dicembre 2018 Sottosopra comunicazione

A Natale siamo il solito pacco.

Tra nuovi arrivi, vecchi amici e colonne portanti di Sottosopra, eccoci anche quest’anno al momento degli auguri e dei saluti prima di Natale.

Come sempre abbiamo voluto farlo a modo nostro, capovolgendo un po’ le tradizioni e mettendo letteralmente “sottosopra” lo studio del nostro amico Bart che ci ha gentilmente ospitati.

Il grande assente di quest’anno?

L’irriverente Ditolo (per chi non lo conoscesse: è il nano che sfancula tutti, ndr): lui di farsi impacchettare non ne ha voluto sapere, come biasimarlo del resto!

Armati quindi di un rotolone di carta da regalo lungo trecento metri, fiocchi giganti e addobbi di ogni tipo, ci siamo impacchettati per voi, sprezzanti del pericolo, correndo in alcuni casi anche il rischio di soffocare, ma insomma, ne è valsa la pena viste le risate che ci siamo fatti!

E per scoprire come siamo arrivati a posare vestiti da pacchi giganti, non vi resta che guardare il video (audio ON)!

*Nessun pacco natalizio è stato maltrattato durante le riprese di questo video.
(è avanzato qualche metro di carta da regalo, e visto che sappiamo che a Natale non basta mai, se ne volete un po’ scriveteci!)

Un ringraziamento specialissimo a:
Matteo Callegari per la versione psicotica di Jingle Bell
Riccardo Pittaluga per il video
Bart Herreman per l’ospitalità
Mart Hijmans per le foto


Negli anni passati abbiamo augurato Buon Natale così:

Sottosopra comunicazione

Sottosopra è prima un modo di essere. Poi un’agenzia di comunicazione, con un logo che la dice lunga sulla quadratura delle nostre campagne online e offline. Quale che sia il piano media o il budget, la nostra natura non cambia: abbiamo grovigli per la testa, sì. Ci caliamo nei panni dei clienti, contravveniamo alle abitudini, creiamo un groviglio di idee, ricaviamo un concept creativo solido e molto social. In genere coraggioso e non palloso.